Veneto: GAL Prealpi Dolomiti – sostegno alle imprese agricole e attivita’ extra-agricole – Misure 6.4.1 e 6.4.2 PSR 2014-2020

AMBITO AGEVOLAZIONE
Locale

STANZIAMENTO
€ 1.600.000

SOGGETTO GESTORE
GAL Prealpi e Dolomiti

 

DESCRIZIONE

Bandi del GAL Prealpi Dolomiti relativi alle Misure 6.4.1 – Creazione e sviluppo della diversificazione delle imprese agricole e 6.4.2 – Creazione e sviluppo di attività extra-agricole nelle aree rurali, PSR 2014-2020.

Misura 6.4.1 – Creazione e sviluppo della diversificazione delle imprese agricole (600.000 euro)

Il Tipo Intervento sostiene gli investimenti finalizzati alla diversificazione delle attività e delle funzioni svolte dall’impresa agricola in attività extra agricole.

Lo sviluppo della multifunzionalità delle imprese agricole e la possibilità di indirizzarne l’operatività verso attività non agricole con il progressivo ampliamento delle funzioni sociali, turistiche, produttive e di erogazione di servizio, permette il miglioramento della redditività, il mantenimento ed il consolidamento della loro funzione di presidio e di integrazione socio-economica nell’ambito di tutto il territorio regionale, soprattutto nelle aree più fragili e marginali.

Beneficiari: imprenditori agricoli ai sensi dell’articolo 2135 del codice civile.

Gli interventi sono ammissibili ai fini della realizzazione da parte dell’azienda agricola delle seguenti attività extra-agricole:

  • a. i. trasformazione di prodotti compresi nell’allegato 1 del Trattato (agricoli) in prodotti non compresi nell’allegato 1 del Trattato (non agricoli);
    ii. fattoria sociale (L.R. n. 14/2013);
    iii. fattoria didattica (L.R. n. 28/2012 – L.R. n. 35/2013);
    iv. ospitalità agrituristica in alloggi e/o in spazi aziendali aperti quali agri-campeggi ed esclusivamente per le malghe, la somministrazione di pasti, spuntini e bevande (L.R. n. 28/2012 – L.R. n. 35/2013);
    v. turismo rurale (L.R. n. 28/2012 – L.R. n. 35/2013);
    vi. servizi ambientali svolti dall’impresa agricola per la cura e manutenzione di spazi non agricoli; Per le attività relative alla lettera a), trattini da i) a v) gli interventi ammessi riguardano:
  • b. Interventi strutturali su beni immobili quali:
    i. ristrutturazione e ammodernamento di fabbricati finalizzati alla realizzazione di stanze e/o locali per lo svolgimento delle attività e/o al loro adeguamento agli standard previsti dalle norme specifiche anche ai fini dell’autorizzazione all’esercizio;
    ii. ampliamenti a volume tecnico, nell’ambito di opere di ammodernamento o ristrutturazione dei fabbricati, necessari esclusivamente per gli adeguamenti tecnologici e igienico-sanitari,e per l’eliminazione delle barriere architettoniche come previsto dagli atti progettuali approvati dall’autorità competente;
    iii. sistemazione delle aree esterne che interessano l’attività. Non sono ammesse nuove costruzioni.
  • c. acquisto di nuovi macchinari ed attrezzature
  • d. acquisto o sviluppo di programmi informatici, realizzazione di siti internet e acquisizione di brevetti, licenze, diritti d’autore e marchi commerciali. Per le attività relative alla lettera a) trattino vi) gli interventi ammessi riguardano: e. acquisto di nuovi macchinari ed attrezzature
  • f. acquisto o sviluppo di programmi informatici, realizzazione di siti internet e acquisizione di brevetti, licenze, diritti d’autore e marchi commerciali.

Misura 6.4.2 – Creazione e sviluppo di attività extra-agricole nelle aree rurali (1.000.000 euro)

Il tipo intervento sostiene gli investimenti finalizzati alla creazione di nuova occupazione e alla vitalizzazione economica e sociale del territorio rurale, anche attraverso la nascita e lo sviluppo di attività extra-agricole sia produttive che di servizio.

Le attività previste sono finalizzate ad incentivare l’avvio di nuovi soggetti imprenditoriali e lo sviluppo di quelli esistenti, al fine di offrire nuove opportunità alle economie locali.

Il supporto è fornito per investimenti per la creazione e lo sviluppo delle seguenti attività extra agricole

  • artigianali: nell’ambito delle aree individuate dal documento strategico sulla specializzazione regionale intelligente (smart specialisation) ad eccezione dell’agroalimentare; 
  • turistiche: indirizzate ad accrescere la capacità dei territori di proporre un’offerta turistica aggregata ed integrata, legata al turismo rurale, al miglioramento della fruibilità del territorio rurale ed alla fornitura dei servizi turistici dello stesso, anche ai fini dell’ospitalità diffusa; 
  • di servizio: indirizzate ad aumentare la capacità del territorio di fornire servizi sociali alla popolazione rurale.

Beneficiari:

  • microimprese e piccole imprese
  • persone fisiche

a. Gli interventi sono ammissibili per la creazione e lo sviluppo delle seguenti attività extra- agricole individuate dai codici ATECO riportati nell’allegato tecnico 11.2 quali:

  • 1. artigianali: settori del living, della meccanica e della moda;
  • 2. turistiche;
  • 3. di servizio nel settore sociale.

b. Ristrutturazione ed ammodernamento di beni immobili:

  • i. ristrutturazione e ammodernamento dei fabbricati finalizzati alla realizzazione di stanze e/o locali per lo svolgimento delle attività e/o al loro adeguamento agli standard previsti dalle norme specifiche anche ai fini dell’autorizzazione all’esercizio;
  • ii. ampliamenti, nell’ambito di opere di ammodernamento o ristrutturazione dei fabbricati, necessari esclusivamente per gli adeguamenti tecnologici e igienico-sanitari, a volumi tecnici e per l’eliminazione delle barriere architettoniche come previsto dagli atti progettuali approvati dall’autorità competente;
  • iii. sistemazione delle aree esterne che interessano l’attività.

c. Acquisto di nuovi macchinari ed attrezzature;

d. Acquisto o sviluppo di programmi informatici, realizzazione di siti internet e acquisizione di brevetti, licenze, diritti d’autore e marchi commerciali.

Budget totale: 1,6 milioni di euro.

 

BENEFICIARI E FINALITA’

BENEFICIARI
Consorzio; Impresa o Professionista; Privato; Cooperativa

DIMENSIONE BENEFICIARI
micro impresa; piccola impresa; media impresa;

SETTORE
Turismo; Commercio; Servizi; Agricoltura; Sociale – No Profit – Altro; Alimentare

 

INCENTIVI E SPESE

TIPOLOGIA AGEVOLAZIONE
Contributo

Misura 6.4.1 – Creazione e sviluppo della diversificazione delle imprese agricole 

L’aliquota dell’aiuto rispetto alla spesa ammissibile corrisponde a:

  • Ristrutturazione ed ammodernamento dei beni immobili: 50% (zona di montagna)
  • Acquisto di nuovi macchinari ed attrezzature, acquisto o sviluppo di programmi informatici, realizzazione di siti internet e acquisizione di brevetti, licenze, diritti d’autore, marchi commerciali: 45% (zona di montagna)

La domanda deve soddisfare i seguenti requisiti:

  • i. il 51% della S.A.T. aziendale deve essere ubicata in zona montana (in base alla classificazione dell’Allegato 9 al PSR 2014-2020);
  • ii. l’operazione deve essere realizzata in zona montana;
  • iii. le attrezzature e i macchinari devono essere ubicati/detenuti o utilizzati prevalentemente in zona montana.

L’importo minimo della spesa ammissibile per domanda è pari ad euro 8.000.

L’importo massimo della spesa ammissibile per domanda è pari ad euro 200.000. Agli aiuti previsti dal presente tipo intervento si applicano le condizioni di cui al Regolamento n. 1407/2013 relativo agli “aiuti de minimis” e l’importo complessivo degli aiuti concessi ad un beneficiario “impresa unica” non può superare i 200.000 euro nell’arco di tre esercizi finanziari.

Misura 6.4.2 – Creazione e sviluppo di attività extra-agricole nelle aree rurali

L’aliquota dell’aiuto è definita rispetto alla spesa ammissibile, sulla base delle % di seguito indicate:

  • Intervento Aliquota Ristrutturazione ed ammodernamento dei beni immobili: 50%
  • Acquisto di nuovi macchinari ed attrezzature, acquisto o sviluppo di programmi informatici e acquisizione di brevetti, licenze, diritti d’autore, marchi commerciali, realizzazione di siti internet: 45%

Per tutte le attività: 

Per fruire delle percentuali di contributo per le zone montane, la domanda deve soddisfare i seguenti requisiti:

  • l’intervento deve essere realizzata in zona montana; 
  • per le operazioni relative alla lettera c): le attrezzature e i macchinari devono essere ubicati, detenuti o utilizzati prevalentemente in zona montana.

L’importo della spesa ammissibile non può essere inferiore a 8.000 euro.

L’importo massimo della spesa ammissibile è pari a 180.000 euro

Agli aiuti previsti dal presente tipo di intervento si applicano le condizioni di cui al Regolamento (UE) n. 1407/2013 relativo agli “aiuti di minimis” e l’importo complessivo degli aiuti concessi al beneficiario non può superare il valore di 200.000 euro nell’arco di tre esercizi finanziari.

Investimento minimo

€ 8.000

Investimento massimo

€ 200.000

 

TEMPISTICA INVESTIMENTO

Le domande devono essere presentate il 23 maggio 2019.

DATA APERTURA

DATA CHIUSURA
23/05/2019

 

Clausola di esclusione di responsabilità
Warrant Group srl non assume alcuna responsabilità per quanto riguarda il contenuto della scheda e ricorda che fanno fede unicamente i testi della legislazione pubblicati nelle edizioni cartacee della Gazzetta Ufficiale e/o Bollettini Ufficiali Regionali e/o qualsiasi altra pubblicazione ufficiale. Warrant Group S.r.l — Corso Mazzini,11 – 42015 Correggio (RE) Italia – Tel. 0522 7337 – Fax. 0522 692586

Categories

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la vostra esperienza di navigazione. Navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie e alla conservazione sul tuo dispositivo. Leggi l'Informativa sulla privacy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi