Piemonte: interventi per creazione d’impresa e lavoro autonomo – Lr n. 34-2008

AMBITO AGEVOLAZIONE
Regionale

STANZIAMENTO
€ 0

SOGGETTO GESTORE
Regione Piemonte

 

DESCRIZIONE

Bando per la presentazione delle domande di finanziamento a tasso agevolato a favore dei lavoratori autonomi e delle nuove imprese, ai sensi dall’art. 42, commi 1, 5 e 6 della L.R. n. 34-2008 “Norme per la promozione dell’occupazione, della qualità, della sicurezza e regolarità del lavoro”.

Crezione d’impresa

L’intervento intende sostenere investimenti per favorire la nascita e lo sviluppo di iniziative di autoimpiego nella forma di attività di creazione di impresa.

Possono presentare domanda le imprese individuali, le società di persone, le società di capitali comprese le società a responsabilità limitata semplificata (di seguito indicati come beneficiari) nella cui composizione siano presenti soggetti appartenenti ad almeno una delle categorie sottoelencate, di cui all’art. 29 della L.R. n.34/2008 e s.m.i:

  • a) soggetti inoccupati e disoccupati in cerca di occupazione,
  • b) soggetti sottoposti a misure restrittive della libertà personale,
  • c) soggetti occupati con contratti di lavoro che prevedono prestazioni discontinue, con orario e reddito ridotto,
  • d) soggetti occupati a rischio di disoccupazione,
  • e) soggetti che intendono intraprendere un’attività di autoimpiego.

Possono beneficiare degli interventi le imprese e le società con sede legale, amministrativa ed una sede operativa in Piemonte.

Vengono considerati prioritari gli interventi a sostegno degli investimenti per le domande presentate da beneficiari (ad esclusione delle società a responsabilità limitata semplificata) a conduzione o a prevalente partecipazione femminile. A tal fine, nell’ipotesi di società di persone le donne devono costituire almeno il 60% dei soci e nell’ipotesi di società di capitali i due terzi delle quote di capitale devono essere detenute da donne e l’organo di amministrazione deve essere composto per almeno i due terzi da donne.

Lavoro autonomo

L’intervento intende sostenere investimenti per favorire la nascita e lo sviluppo di iniziative di autoimpiego nella forma di attività di lavoro autonomo.

Possono presentare domanda di finanziamento i soggetti appartenenti ad almeno una delle categorie sottoelencate di cui all’art. 29 della L.R. n.34/2008 s.m.i:

  • a) soggetti inoccupati e disoccupati in cerca di occupazione;
  • b) soggetti sottoposti a misure restrittive della libertà personale;
  • c) soggetti occupati con contratti di lavoro che prevedono prestazioni discontinue, con orario e reddito ridotto;
  • d) soggetti occupati a rischio di disoccupazione;
  • e) soggetti che intendono intraprendere un’attività di autoimpiego.

I soggetti citati devono essere residenti o domiciliati in Piemonte alla data di presentazione della domanda.

Possono beneficiare degli interventi i beneficiari residenti o domiciliati in Piemonte e aventi sede operativa fissa in Piemonte. Vengono considerati prioritari gli interventi a sostegno degli investimenti per le domande presentate da lavoratrici autonome.

 

BENEFICIARI E FINALITA’

BENEFICIARI
Consorzio; Impresa o Professionista; Privato; Cooperativa

DIMENSIONE BENEFICIARI
micro impresa; piccola impresa; media impresa; grande impresa;

SETTORE
Industria; Turismo; Commercio; Costruzioni; Audiovisivo; Servizi; ICT; Trasporti; Energia; Sanità; Cultura; Sociale – No Profit – Altro; Farmaceutico; Alimentare

 

INCENTIVI E SPESE

TIPOLOGIA AGEVOLAZIONE
Finanziamento; Garanzia

Crezione d’impresa

La dotazione finanziaria è quella disponibile sul Fondo regionale per la nascita e lo sviluppo di iniziative di lavoro autonomo e di creazione d’impresa, già allocato presso Finpiemonte S.p.A. (di seguito Finpiemonte) con Deliberazione della Giunta regionale n. 39 – 12570 del 16.11.2009. Tale importo è incrementato dai rientri dei finanziamenti concessi ed erogati a valere sulle precedenti versioni degli interventi.

La domanda di finanziamento a tasso agevolato per un importo non inferiore a Euro 10.000 (IVA esclusa) e non superiore a Euro 120.000 (IVA esclusa), deve essere finalizzata alla realizzazione di investimenti materiali ed immateriali, iscrivibili a cespite e distinti dalle spese per attivazione e adeguamento dei locali e degli impianti, necessari per l’esercizio dell’attività.

Il finanziamento a tasso agevolato copre fino al 100% degli investimenti e delle spese ritenuti ammissibili e viene erogato con le seguenti modalità:

a) ambiti prioritari d’intervento:

  • 60% fondi regionali a tasso zero;
  • 40% fondi bancari a tasso convenzionato

b) ambiti non prioritari:

  • 50% fondi regionali a tasso zero;
  • 50% fondi bancari a tasso convenzionato.

Il finanziamento deve essere rimborsato: 

  • in rate trimestrali posticipate con scadenza ultimo giorno del trimestre solare (marzo,giugno,settembre e dicembre),
  • nel termine massimo di 72 mesi (senza preammortamento).

L’eventuale contratto di locazione (o contratto di comodato o di service) della sede legale, amministrativa e della sede operativa in Piemonte deve avere una durata superiore rispetto al predetto termine massimo per il rimborso del finanziamento a tasso agevolato. Le imprese potranno accedere anche al “Fondo regionale di garanzia per l’accesso al credito a favore delle nuove imprese e dei lavoratori autonomi“. La garanzia interviene a copertura dell’ 80% della quota di finanziamento erogata con fondi bancari a favore dell’impresa. La prestazione della garanzia avverrà a costo zero; il Fondo opera come garanzia “sostitutiva”, per cui la banca non potrà richiedere, per il medesimo finanziamento, ulteriori garanzie al soggetto beneficiario. Il limite massimo di intervento del Fondo di garanzia è pari ad Euro 48.000 per le nuove imprese. Le modalità per la presentazione delle domande e le procedure per la concessione delle garanzie saranno previste in apposito provvedimento.

Lavoro autonomo

La dotazione finanziaria è quella disponibile sul Fondo regionale per la nascita e lo sviluppo di iniziative di lavoro autonomo e di creazione d’impresa, già allocato presso Finpiemonte S.p.A. (di seguito Finpiemonte) con Deliberazione della Giunta regionale n. 39 – 12570 del 16.11.2009. Tale importo è incrementato dai rientri dei finanziamenti concessi ed erogati a valere sulle precedenti versioni degli interventi.

La domanda di finanziamento a tasso agevolato, di importo complessivo degli investimenti non inferiore a Euro 5.000 (IVA esclusa) e non superiore a Euro 60.000 (IVA esclusa), deve essere finalizzata alla realizzazione di investimenti materiali e immateriali, iscrivibili a cespite, necessari per l’esercizio dell’attività.

Il finanziamento copre fino al 100% degli investimenti e delle spese ritenute ammissibili e viene erogato con le seguenti modalità:

a) ambiti prioritari d’intervento:

  • 60% fondi regionali a tasso zero;
  • 40% fondi bancari a tasso convenzionato;

b) ambiti non prioritari:

  • 50% fondi regionali a tasso zero;
  • 50% fondi bancari a tasso convenzionato.

Il finanziamento deve essere rimborsato:

  • in rate trimestrali posticipate con scadenza ultimo giorno del trimestre solare (marzo,giugno,settembre e dicembre), 
  • nel termine massimo di 48 mesi (senza preammortamento).

L’eventuale contratto di locazione della sede legale, amministrativa e operativa in Piemonte deve avere una durata superiore rispetto al predetto termine massimo per il piano di ammortamento del finanziamento a tasso agevolato. I lavoratori autonomi potranno accedere anche al “Fondo regionale di garanzia per l’accesso al credito a favore delle nuove imprese e dei lavoratori autonomi“. La garanzia interviene a copertura dell’ 80% della quota di finanziamento erogata con fondi bancari a favore del lavoratore autonomo. La prestazione della garanzia avverrà a costo zero; il Fondo opera come garanzia “sostitutiva”, per cui la banca non potrà richiedere, per il medesimo finanziamento, ulteriori garanzie al soggetto beneficiario. Il limite massimo di intervento del Fondo di garanzia è pari ad Euro 24.000 per i lavoratori autonomi. Le modalità per la presentazione delle domande e le procedure per la concessione della garanzie saranno previste in apposito provvedimento.

Investimento minimo

€ 5.000

Investimento massimo

€ 120.000

 

TEMPISTICA INVESTIMENTO

Crezione d’impresa

Le domande di finanziamento a tasso agevolato dovranno essere presentate alla Direzione Coesione sociale – Settore Politiche del Lavoro a decorrere dal giorno successivo alla pubblicazione del bando sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte (29 giugno 2017).

Lavoro autonomo

Le domande di finanziamento a tasso agevolato dovranno essere presentate alla Direzione Coesione sociale – Settore Politiche del Lavoro a decorrere dal giorno successivo alla pubblicazione del bando sul Bollettino Ufficiale della Regione Piemonte (29 giugno 2017).

DATA APERTURA
30/06/2017

DATA CHIUSURA

 

Clausola di esclusione di responsabilità
Warrant Group srl non assume alcuna responsabilità per quanto riguarda il contenuto della scheda e ricorda che fanno fede unicamente i testi della legislazione pubblicati nelle edizioni cartacee della Gazzetta Ufficiale e/o Bollettini Ufficiali Regionali e/o qualsiasi altra pubblicazione ufficiale. Warrant Group S.r.l — Corso Mazzini,11 – 42015 Correggio (RE) Italia – Tel. 0522 7337 – Fax. 0522 692586

Categories

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la vostra esperienza di navigazione. Navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie e alla conservazione sul tuo dispositivo. Leggi l'Informativa sulla privacy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi