Marche: sostegno a start up, sviluppo e continuita’ di impresa in aree di crisi – Azione 7.1 POR FESR 2014-2020

AMBITO AGEVOLAZIONE
Regionale

STANZIAMENTO
€ 17.000.000

SOGGETTO GESTORE
Regione Marche

 

DESCRIZIONE

Bando per il sostegno a start up, sviluppo e continuità di impresa nelle aree di crisi, a valere sull’Azione 7.1 del POR FESR 2014-2020.

Con Decreto dirigenziale n. 69 del 21 marzo 2018, pubblicato sul Bur n. 28 del 29 marzo 2018, è stato approvato l’elenco delle imprese escluse.

Il bando intende contribuire allo sviluppo occupazionale e produttivo nelle aree territoriali della Regione colpite da crisi diffusa delle attività produttive, attraverso un progetto complessivo di rilancio di queste zone, capace di coniugare nelle realtà aziendali di nuova costituzione o già esistenti la promozione degli investimenti con la realizzazione di un programma occupazionale e con iniziative di qualificazione del capitale umano, nonché con percorsi integrati di supporto alla creazione e al trasferimento di impresa.

Possono partecipare al Bando le imprese micro, piccole e/o medie, anche cooperative.

Possono beneficiare delle agevolazioni i progetti di impresa localizzati in una delle seguenti aree di crisi della Regione Marche:

  • area dell’Accordo di Programma Merloni;
  • area del Piceno: in quest’area i progetti potranno essere presentati solo previa adozione di successivo atto regionale, subordinatamente alla sottoscrizione dell’Accordo di programma di approvazione del Piano di riconversione e riqualificazione (PRRI) dell’area di crisi complessa Piceno-Val Vibrata;
  • area della Provincia di Pesaro-Urbino 

Azioni

  • Sostegno a progetti di startup, di investimento produttivo e di rilocalizzazione della produzione:
    – Progetti di start up d’impresa: progetti di avvio e di consolidamento di nuove attività imprenditoriali, presentati da micro e piccole imprese, anche cooperative;
    – Progetti di investimento produttivo: progetti presentati da micro, piccole e medie imprese, anche cooperative, riconducibili ad uno dei seguenti ambiti di intervento: creazione di una nuova unità produttiva da parte di un’impresa esistente; ampliamento di un’unità produttiva esistente; diversificazione della produzione mediante prodotti aggiuntivi; acquisizione di attivi di uno stabilimento che è stato chiuso o sarebbe stato chiuso se non fosse stato acquistato;
    – Progetti di rilocalizzazione della produzione made in Italy (“Reshoring”): incoraggiare il processo di rilocalizzazione totale o parziale nel paese d’origine (back-reshoring) delle produzioni manifatturiere del “made in Italy” che, per ragioni di natura prevalentemente economica, negli anni passati erano state delocalizzate in Paesi esteri. Vengono finanziati gli investimenti delle imprese volti alla realizzazione di nuovi impianti di produzione, capaci di generare nuova occupazione, aventi un forte impatto economico non solo per l’impresa proponente, bensì per tutta la catena della subfornitura;
    – Progetti di innovazione dell’organizzazione (solo in funzione sussidiaria a progetti di investimento produttivo): a completamento dei programmi di investimento produttivo di cui ai precedenti artt. 10 e 11, le micro, piccole e medie imprese, anche cooperative, possono presentare, nell’ambito dei programmi complessivi di investimento, anche progetti di innovazione dell’organizzazione, strettamente connessi, sussidiari e funzionali ai programmi di investimento produttivo;
  • Sostegno a progetti di trasferimento d’impresa:
    – Progetti di trasferimento di impresa per favorire la continuità aziendale: progetti di trasferimento di impresa, volti a favorire la continuità e lo sviluppo dell’impresa in transizione mediante percorsi di gestione del trasferimento della proprietà aziendale sia verso eredi o successori individuati in ambito familiare, sia verso acquirenti interni (lavoratori) o verso il management

Le risorse finanziarie disponibili per il periodo 2014/2020 ammontano a 17 milioni di euro derivanti dal POR FESR 2014/2020.

 

BENEFICIARI E FINALITA’

BENEFICIARI
Consorzio; Impresa o Professionista; Cooperativa

DIMENSIONE BENEFICIARI
micro impresa; piccola impresa; media impresa

SETTORE
Industria; Turismo; Commercio; Costruzioni; Audiovisivo; Servizi; ICT; Trasporti; Energia; Sanità; Cultura; Sociale – No Profit – Altro; Farmaceutico

 

INCENTIVI E SPESE

TIPOLOGIA AGEVOLAZIONE
Contributo

Sostegno a progetti di startup, di investimento produttivo e di rilocalizzazione della produzione

  • Progetti di start up d’impresa: il costo complessivo del progetto ammesso alle agevolazioni dovrà essere compreso tra un minimo di € 75.000 ed un massimo di € 400.000. L’agevolazione consiste in un contributo in conto capitale pari al 40% della spesa ritenuta ammissibile per la realizzazione del progetto;
  • Progetti di investimento produttivo: Il costo complessivo del progetto ammesso alle agevolazioni dovrà essere compreso tra un minimo di € 150.000 ed un massimo di € 1.500.000;
  • Progetti di rilocalizzazione della produzione made in Italy (“Reshoring”): Il costo complessivo del progetto ammesso alle agevolazioni dovrà essere compreso tra un minimo di € 150.000 ed un massimo di € 1.500.000;
  • Progetti di innovazione dell’organizzazione (solo in funzione sussidiaria a progetti di investimento produttivo): L’agevolazione consiste in un contributo in conto capitale pari al 50% del totale dei costi e delle spese ammissibili;

Sostegno a progetti di trasferimento d’impresa

  • Progetti di trasferimento di impresa per favorire la continuità aziendale: Il costo complessivo del progetto ammesso alle agevolazioni dovrà essere compreso tra un minimo di € 100.000 ed un massimo di € 300.000.

Investimento minimo

€ 0

Investimento massimo

€ 0

 

TEMPISTICA INVESTIMENTO

Le domande devono essere inviate a partire dalle ore 10.00 del 14 luglio 2016 e fino a concorrenza delle risorse disponibili su SIGEF tramite accesso al seguente indirizzo: https://sigef.regione.marche.it

__________

Con Decreto dirigenziale n. 209 del 12 settembre 2017, pubblicato sul Bur n. 99 del 21 settembre 2017, è stato attivato il bando per la realizzazione di progetti di investimento, finalizzati alle start up, allo sviluppo e alla continuità di impresa, localizzati nei Comuni dell’Area di crisi del Piceno. Le domande possono essere presentate a partire dalle ore 10.00 del 2 ottobre 2017.

DATA APERTURA
14/07/2016

DATA CHIUSURA
31/12/2020

 

Clausola di esclusione di responsabilità
Warrant Group srl non assume alcuna responsabilità per quanto riguarda il contenuto della scheda e ricorda che fanno fede unicamente i testi della legislazione pubblicati nelle edizioni cartacee della Gazzetta Ufficiale e/o Bollettini Ufficiali Regionali e/o qualsiasi altra pubblicazione ufficiale. Warrant Group S.r.l — Corso Mazzini,11 – 42015 Correggio (RE) Italia – Tel. 0522 7337 – Fax. 0522 692586

Categories

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la vostra esperienza di navigazione. Navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie e alla conservazione sul tuo dispositivo. Leggi l'Informativa sulla privacy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi