Marche: GAL Colli Esini San Vicino – bandi PSL – PSR 2014-2020

AMBITO AGEVOLAZIONE
Locale

STANZIAMENTO
€ 2.805.332

SOGGETTO GESTORE
GAL Colli Esini San Vicino

 

DESCRIZIONE

Bandi PSL del GAL Colli Esini San Vicino a valere sulle Misure 19.2.7.2 Sottomisure a), b) e c); 19.2.7.4 Sottomisure a) e b); 19.2.7.5; 19.2.7.6 Sottomisure a), b) e c) del PSR 2014-2020.

Con Avviso pubblicato sul sito del GAL Colli Esini San Vicino sono state fornite precisazioni in merito ai bandi in oggetto. 

19.2.7.2 Sottomisura a): Interventi di riqualificazione di centri e nuclei storici – € 370.000

Obiettivi: riqualificazione e valorizzazione degli spazi esterni di proprietà pubblica e di emergenze architettoniche, come supporto ad azioni di valorizzazione in chiave turistica o in connessione con altri interventi pubblici di recupero di edifici o di creazione di infrastrutture

Beneficiari: Enti locali aderenti a Progetti Integrati Locali.

Gli interventi devono essere volti al riuso ed alla riqualificazione di: 

  • centri storici, così come definiti dagli strumenti urbanistici (Zone A di PRG), relativi ai nuclei capoluogo di Comuni collinari e montani con popolazione inferiore a cinquemila abitanti (ISTAT 01.01.2015), aventi caratteristiche di pregio sotto il profilo storico-architettonico;
  • borghi rurali, cioè nuclei abitati di antico impianto diversi dal nucleo urbano capoluogo, con popolazione censuaria di riferimento inferiore a 700 abitanti (ISTAT 01.01.2015), aventi caratteristiche di pregio sotto il profilo storico?architettonico e presenza di elementi distintivi di una struttura urbana.

19.2.7.2 Sottomisura b): Interventi di infrastrutturazione dei centri storici per la erogazione di servizi, ottimizzazione della gestione delle utenze pubbliche, informazione turistica, sostegno alla fruibilità degli spazi da parte di persone con limitata mobilità – € 240.000

Obiettivi: riqualificare gli spazi esterni di proprietà pubblica ai fini della loro infrastrutturazione di tipo innovativo e tecnologicamente avanzato per la fruizione, anche di tipo turistico, da parte di persone a limitata mobilità e/o per l’attivazione di servizi avanzati per la popolazione e le imprese.

Beneficiari: Enti locali aderenti a Progetti Integrati Locali.

Tipologia dell’intervento: Interventi di riqualificazione urbana e infrastrutturazione tecnologica connessi all’insediamento contestuale nel nucleo storico di attività private di tipo imprenditoriale.

19.2.7.2 Sottomisura c) Attivazione servizi di incubazione d’impresa, luoghi di co-working, fab-lab – € 500.000

Obiettivi: la riqualificazione di immobili di proprietà pubblica per attivazione di iniziative in gestione pubblico-privata per la creazione di posti di lavoro nell’ambito di servizi di orientamento imprenditoriale, spazi di incubazione, contaminazione, co-working e fab-lab per giovani e neoimprenditori.

Beneficiari: Enti locali aderenti a Progetti Integrati Locali.

Gli interventi devono prevedere adattamento, anche con ampliamento, di immobili di proprietà pubblica finalizzati ad ospitare attività di servizio e realizzazione delle connesse dotazioni impiantistiche ed infrastrutturali, arredi ed attrezzature, finalizzati ad ospitare servizi di orientamento imprenditoriale, spazi di incubazione, contaminazione, coworking e fab-lab per giovani e neo-imprenditori con dotazione di apparecchiature innovative di uso comune (hw, stampanti 3D ecc.). Potrà essere consentita la costruzione ex novo di fabbricati solo in casi del tutto eccezionali, laddove sia dimostrata la impossibilità di intervenire su immobili esistenti e sussista, al momento della domanda, la compatibilità urbanistica dell’area.

19.2.7.4 Sottomisura a): Attivazione servizi per mercati locali, piccole infrastrutture culturali e sociali – € 405.332,53

Obiettivi:

  • Potenziare e qualificare i servizi di base alla popolazione;
  • Sostenere le forme di aggregazione tra Comuni (PIL) per rendere più efficaci le politiche volte a migliorare la qualità della vita, la qualità e l’innovatività dei servizi, la rigenerazione urbana.

Beneficiari: Enti locali, enti di diritto pubblico e loro associazioni, Fondazioni ed istituzioni Onlus ed altri Enti deputati alla cura ed assistenza dell’anziano, cooperative di comunità, se aderenti a Progetti Integrati Locali.

Interventi ammissibili:

  • 1. servizi educativi per giovani (al di fuori dell’obbligo scolastico) con dotazione di apparecchiature innovative di uso comune, piccole infrastrutture culturali, quali sale per musica, biblioteche, spazi per mostre e rappresentazioni teatrali, e spazi di contaminazione, fab-lab e simili con dotazione delle attrezzature necessarie per lo svolgimento delle attività previste”;
  • 2. spazi per mercati locali.

19.2.7.4 Sottomisura b): Attivazione di servizi di tipo socio-sanitario e spazi innovativi per anziani e persone con limitata mobilità e autonomia – € 100.000

Obiettivi: rafforzare l’attrattività del territorio per i residenti e per i turisti mediante azioni di rigenerazione urbana (messa in valore del patrimonio pubblico e servizi avanzati basati sull’ICT).

Beneficiari: Enti locali, enti di diritto pubblico e loro associazioni, Fondazioni ed istituzioni Onlus ed altri Enti deputati alla cura ed assistenza dell’anziano, cooperative di comunità, se aderenti a Progetti Integrati Locali.

Interventi ammissibili: interventi per l’attivazione, in immobili pubblici, di attività di servizio alla popolazione ed alle imprese.

19.2.7.5 Sostegno a investimenti di fruizione pubblica per informazioni turistiche e infrastrutture turistiche legati ad itinerari organizzati di fruizione di beni culturali minori, manufatti storici, siti archeologici, per i quali siano dimostrati la sostenibilità del sistema di gestione e la creazione di posti di lavoro – € 200.000

Obiettivi: Sostenere investimenti pubblici per la creazione, il miglioramento o l’ampliamento di percorsi turistici, infrastrutture turistico-ricreative con relativi impianti e dotazioni per la fruizione, e per la realizzazione di punti di informazione ed accoglienza turistica connessi in particolare ad attrattori culturali.

Beneficiari: Enti locali, enti di diritto pubblico singoli e associati aderenti a Progetti Integrati Locali.

Sono ammessi i seguenti investimenti:

  • organizzazione (creazione, miglioramento o ampliamento) di percorsi turistici e/o aree di sosta attrezzate connessi alla fruizione di emergenze culturali (aree archeologiche, beni monumentali, testimonianze della cultura materiale ecc.) o aree di valore paesistico-ambientale di interesse turistico, comprensivi di segnaletica e dotazioni informatiche innovative per la fruizione;
  • realizzazione o ripristino di infrastrutture turistico-ricreative, con relativi impianti di sicurezza, sistemi di segnaletica ed informazione, dotazioni anche informatiche ed innovative per la fruizione;
  • costruzione e/o ammodernamento, anche mediante opere di ristrutturazione/restauro, di uffici di informazione turistica ed accoglienza, di immobili e manufatti di piccole dimensioni atti ad accogliere punti di informazione ed accoglienza turistica o centri visita di siti di interesse storico-culturale ed aree archeologiche.

19.2.7.6 Sottomisura a) Restauro e recupero funzionale beni culturali per attivazione di servizi socio-culturali, insediamento di attività economiche e d’impresa, punti d’informazione turistica, servizi alla popolazione e alle imprese – € 465.000

Obiettivi:

  • Sostenere le forme di aggregazione tra Comuni (PIL) per rendere più efficaci le politiche volte a migliorare la qualità della vita, la qualità e l’innovatività dei servizi, la rigenerazione urbana;
  • Sostenere l’attrattività del territorio, sia a fini insediativi, sia a fini turistici, attivando azioni che valorizzano le risorse locali, pianificano l’offerta turistica e culturale, e qualificano i servizi ai cittadini, alle imprese, ai turisti.

Beneficiari: Enti locali, Enti Parco e gestori di Riserve Naturali, fondazioni ed associazioni senza scopo di lucro aderenti a Progetti Integrati Locali.

Sostegno ad investimenti relativi al patrimonio culturale di proprietà pubblica di cui al D. Lgs n. 42/2004 comprendenti interventi anche strutturali di recupero, restauro, riqualificazione, valorizzazione di beni culturali minori e siti archeologici di rilievo, strutture di protezione di aree archeologiche, inseriti in itinerari di scala sovracomunale per la fruizione e connessi all’attivazione degli interventi di cui alla Sottomisura b) della presente Misura e della Misura 19.2.7.5.

19.2.7.6 Sottomisura b) Studi di fattibilità per organizzazione di percorsi in aree di rilevante interesse culturale e storico – € 60.000

Obiettivi:

  • Sostenere le forme di aggregazione tra Comuni (PIL) per rendere più efficaci le politiche volte a migliorare la qualità della vita, la qualità e l’innovatività dei servizi, la rigenerazione urbana;
  • Sostenere l’attrattività del territorio, sia a fini insediativi, sia a fini turistici, attivando azioni che valorizzano le risorse locali, pianificano l’offerta turistica e culturale, e qualificano i servizi ai cittadini, alle imprese, ai turisti.

Beneficiari: Enti locali, Università aderenti a Progetti Integrati Locali.

Interventi ammissibili: Elaborazione, da parte di soggetti pubblici, di studi di fattibilità per l’organizzazione di percorsi tematici in relazione ad aree o siti di rilevante interesse ambientale, storico-paesaggistico anche per la presenza di beni culturali o di elementi della tradizione di determinate aree, legati ad investimenti concreti, con particolare riferimento ad itinerari che interessano beni culturali minori e siti archeologici di rilievo, connessi agli interventi di cui alla Misura 19.2.7.5 ed alla Sottomisura c) della presente Misura.

19.2.7.6 Sottomisura c) Restauro, recupero, valorizzazione di manufatti storici minori e siti archeologici di rilevo inseriti in itinerari sovracomunali di fruizione – € 465.000

Obiettivi: 

  • Sostenere le forme di aggregazione tra Comuni (PIL) per rendere più efficaci le politiche volte a migliorare la qualità della vita, la qualità e l’innovatività dei servizi, la rigenerazione urbana;
  • Sostenere l’attrattività del territorio, sia a fini insediativi, sia a fini turistici, attivando azioni che valorizzano le risorse locali, pianificano l’offerta turistica e culturale, e qualificano i servizi ai cittadini, alle imprese, ai turisti.

Beneficiari: Enti locali, Enti Parco e gestori di Riserve Naturali, fondazioni ed associazioni senza scopo di lucro aderenti a Progetti Integrati Locali.

Interventi ammissibili: Sostegno ad investimenti relativi al patrimonio culturale di proprietà pubblica di cui al D. Lgs n. 42/2004 comprendenti interventi anche strutturali di recupero, restauro, riqualificazione, valorizzazione di beni culturali minori e siti archeologici di rilievo, strutture di protezione di aree archeologiche, inseriti in itinerari di scala sovracomunale per la fruizione e connessi all’attivazione degli interventi di cui alla Sottomisura b) della presente Misura e della Misura 19.2.7.5.

 

BENEFICIARI E FINALITA’

BENEFICIARI
Associazione; Onlus; Pubblica Amministrazione; Altro; Fondazione; Centro educativo o di ricerca; Cooperativa

DIMENSIONE BENEFICIARI

SETTORE
Turismo; Costruzioni; Servizi; Pubblica Amministrazione; Cultura; Sociale – No Profit – Altro

 

INCENTIVI E SPESE

TIPOLOGIA AGEVOLAZIONE
Contributo

19.2.7.2 Sottomisura a): Interventi di riqualificazione di centri e nuclei storici 

L’aiuto è pari al 70% del costo ammesso a finanziamento. È stabilito un massimale di aiuto di 300.000 Euro per beneficiario per l’intero periodo di programmazione.

19.2.7.2 Sottomisura b): Interventi di infrastrutturazione dei centri storici per la erogazione di servizi, ottimizzazione della gestione delle utenze pubbliche, informazione turistica, sostegno alla fruibilità degli spazi da parte di persone con limitata mobilità

L’aiuto è pari al 70% del costo ammesso a finanziamento. Il tasso di aiuto potrà essere incrementato di 10 punti percentuali limitatamente ai soli comuni il cui territorio è ricompreso nel cosiddetto “cratere”2 di cui agli eventi sismici del 2016. È stabilito un massimale di aiuto di 300.000 Euro per beneficiario per l’intero periodo di programmazione.

19.2.7.2 Sottomisura c): Attivazione servizi di incubazione d’impresa, luoghi di co-working, fab-lab

L’aiuto è pari all’80% del costo totale ammissibile per gli investimenti. Il tasso di aiuto potrà essere incrementato di 10 punti percentuali limitatamente ai soli comuni il cui territorio è ricompreso nel cosiddetto “cratere” di cui agli eventi sismici del 2016. È stabilito un massimale di aiuto di 300.000 Euro per beneficiario per l’intero periodo di programmazione.

19.2.7.4 Sottomisura a): attivazione servizi per mercati locali, piccole infrastrutture culturali e sociali

Entità dell’aiuto:

  • 1. servizi educativi per giovani (al di fuori dell’obbligo scolastico) con dotazione di apparecchiature innovative di uso comune, piccole infrastrutture culturali, quali sale per musica, biblioteche, spazi per mostre e rappresentazioni teatrali, e spazi di contaminazione, fab-lab e simili con dotazione delle attrezzature necessarie per lo svolgimento delle attività previste”: 80% del costo totale ammissibile;
  • 2. spazi per mercati locali: 70% del costo totale ammissibile.

Il tasso di aiuto potrà essere incrementato di 10 punti percentuali limitatamente ai soli comuni il cui territorio è ricompreso nel cosiddetto “cratere” di cui agli eventi sismici del 2016. 

19.2.7.4 Sottomisura b): attivazione di servizi di tipo socio-sanitario e spazi innovativi per anziani e persone con limitata mobilità e autonomia

L’aiuto è pari all’80% del costo totale ammissibile per gli interventi per l’attivazione, in immobili pubblici, di attività di servizio alla popolazione ed alle imprese, e del 70 % del costo massimo ammissibile per gli investimenti di cui alla Sottomisura a).

19.2.7.5 Sostegno a investimenti di fruizione pubblica per informazioni turistiche e infrastrutture turistiche legati ad itinerari organizzati di fruizione di beni culturali minori, manufatti storici, siti archeologici, per i quali siano dimostrati la sostenibilità del sistema di gestione e la creazione di posti di lavoro

Sono concessi aiuti per i costi ammissibili con una intensità del 70% del costo ammesso per gli investimenti strutturali e del 40% degli arredi e allestimenti. Il tasso di aiuto potrà essere incrementato di 10 punti percentuali limitatamente ai soli comuni il cui territorio è ricompreso nel cosiddetto “cratere” di cui agli eventi sismici del 2016. È stabilito un massimale di aiuto di 300.000 Euro per beneficiario per l’intero periodo di programmazione.

19.2.7.6 Sottomisura a) Restauro e recupero funzionale beni culturali per attivazione di servizi socio-culturali, insediamento di attività economiche e d’impresa, punti d’informazione turistica, servizi alla popolazione e alle imprese 

Entità dell’aiuto pari all’80% del costo totale ammissibile. Il tasso di aiuto potrà essere incrementato di 10 punti percentuali limitatamente ai soli comuni il cui territorio è ricompreso nel cosiddetto “cratere” di cui agli eventi sismici del 2016. È stabilito un massimale di aiuto di 300.000 € e un massimale di aiuto di 500.000 € per ogni beneficiario nell’intero periodo di programmazione.

19.2.7.6 Sottomisura b) Studi di fattibilità per organizzazione di percorsi in aree di rilevante interesse culturale e storico

Entità dell’aiuto pari all’80% del costo totale ammissibile. Il tasso di aiuto potrà essere incrementato di 10 punti percentuali limitatamente ai soli comuni il cui territorio è ricompreso nel cosiddetto “cratere” di cui agli eventi sismici del 2016.

19.2.7.6 Sottomisura c) Restauro, recupero, valorizzazione di manufatti storici minori e siti archeologici di rilevo inseriti in itinerari sovracomunali di fruizione

Entità dell’aiuto pari all’80% del costo totale ammissibile. Il tasso di aiuto potrà essere incrementato di 10 punti percentuali limitatamente ai soli comuni il cui territorio è ricompreso nel cosiddetto “cratere” di cui agli eventi sismici del 2016. È stabilito un massimale di aiuto di 300.000 € e un massimale di aiuto di 500.000 € per ogni beneficiario nell’intero periodo di programmazione.

_________

Con Avviso pubblicato sul sito del GAL Colli Esini San Vicino sono state fornite precisazioni in merito ai bandi in oggetto. 

I bandi relativi alla Misura 19.2.7.4 sottomisura a) e 19.2.7.4 sottomisura b) vengono così integrati: E’ stabilito un massimale di contributo pubblico di € 300.000 per ogni beneficiario e per l’intero periodo di programmazione.

Investimento minimo

€ 0

Investimento massimo

€ 0

 

TEMPISTICA INVESTIMENTO

La domanda può essere presentata a partire dal 24 ottobre 2018 fino alle ore 13,00 del 17 gennaio 2019 su SIAR tramite accesso al seguente indirizzo: http://siar.regione.marche.it.

DATA APERTURA
24/10/2018

DATA CHIUSURA
17/01/2019

 

Clausola di esclusione di responsabilità
Warrant Group srl non assume alcuna responsabilità per quanto riguarda il contenuto della scheda e ricorda che fanno fede unicamente i testi della legislazione pubblicati nelle edizioni cartacee della Gazzetta Ufficiale e/o Bollettini Ufficiali Regionali e/o qualsiasi altra pubblicazione ufficiale. Warrant Group S.r.l — Corso Mazzini,11 – 42015 Correggio (RE) Italia – Tel. 0522 7337 – Fax. 0522 692586

Categories

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la vostra esperienza di navigazione. Navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie e alla conservazione sul tuo dispositivo. Leggi l'Informativa sulla privacy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi