Campania: GAL Irpinia – Progetto collettivo rurale – Interventi 6.4.2 e 7.6.1 PSR 2014-2020

AMBITO AGEVOLAZIONE
Locale

STANZIAMENTO
€ 975.000

SOGGETTO GESTORE
GAL Irpinia

 

DESCRIZIONE

Avviso pubblico per la presentazione di domande sugli interventi 6.4.2 "Creazione e sviluppo di attività extragricole nelle aree rurali" e 7.6.1 "Riqualificazione del patrimonio architettonico dei borghi rurali, nonché sensibilizzazione ambientale", a valere sul PSR Campania 2014-2020. 

Il bando mira alla riqualificazione del patrimonio storico-culturale e valorizzazione delle aree interne a rischio di abbandono al fine di sviluppare nuovi poli di attrazione turistica e di incrementare nuove opportunità di occupazione.

L’Amministrazione Regionale, agendo in continuità con quanto già avviato nei precedenti cicli di programmazione interviene sul territorio campano con una duplice azione finalizzata, da un lato, a riqualificare il patrimonio storico-architettonico-culturale delle aree interne e, dall’altro, a sviluppare nuove opportunità di reddito, nello sforzo di invertire la tendenza sempre più diffusa di abbandonare i luoghi di origine per le ridotte opportunità lavorative.

Gli interventi previsti dall’Intervento 7.6.1.B1 sono diretti al recupero dei borghi rurali con finanziamenti destinati a beneficiari pubblici, in particolare ai comuni.

Gli interventi previsti dall’Intervento 6.4.2 contribuiscono invece a creare nuova occupazione attraverso la nascita e lo sviluppo di attività extragricole, a carattere sia produttivo che di servizio, incentivando soggetti imprenditoriali al fine di favorire il mantenimento dei posti di lavoro e di un vitale tessuto sociale in aree già soggette ad abbandono.

Soggetti beneficiari Intervento 7.6.1.B1

  • Comuni la cui popolazione residente risulti inferiore e/o uguale ai 5000 abitanti (dati ISTAT aggiornamento dell’ultimo censimento 2011) ricadenti nelle Macroaree C e D nel territorio afferente al GAL Irpinia.

Soggetti beneficiari Intervento 6.4.2

  • Microimprese e piccole imprese ai sensi del Reg. 702/2014, che forniscono servizi alla persona sotto qualsiasi forma giuridica, nell’ambito del settore turistico, artigianale e commerciale sociale, e nell’ambito del settore dei servizi, tutte aventi sede di realizzazione dell’investimento e unità tecnico economica nel borgo rurale del comune che partecipa al Progetto Collettivo
  • Persone fisiche e società che avviano e/o implementano attività extra agricole, nell’ambito del settore turistico, commerciale ed artigianale, e nell’ambito del settore dei servizi anche sociale, tutte aventi sede di realizzazione dell’investimento e unità tecnico economica (sede operativa) nel borgo rurale del comune che partecipa al Progetto Collettivo.

Interventi ammissibili

Gli interventi realizzati mediante il Progetto Collettivo interessano in maniera organica il borgo nel suo complesso, o parte di esso, e comprendono, in una modalità funzionalmente integrata tra loro, gli interventi “pubblici” di recupero strutturale ed infrastrutturale, comprese le facciate private non oggetto di interventi legati ad attività produttive, e almeno un intervento “privato” di creazione e/o ampliamento di una attività produttiva.

Gli interventi pubblici, realizzabili esclusivamente da amministrazioni comunali e sostenuti dal piano finanziario dell’Intervento 7.6.1.B1, riguarderanno:

  • Spazi aperti;
  • Viabilità rurale storica;
  • Fabbricati tipici dell’architettura rurale del luogo o da rendere architettonicamente coerenti ai primi, tra cui anche quelli da adibire o adibiti ad attività socialmente utili (incluso l’housing sociale) e attività promozionali di proprietà comunale;
  • Facciate, incluse quelle di edifici privati, purché non interessati ad attività produttive oggetto di domanda di sostegno

In particolare, il recupero di facciate di edifici privati, prospicienti strade, piazze di maggiore interesse dell’area del Borgo delimitata dal Comune, può essere inserito tra gli interventi del progetto pubblico se finalizzato a migliorare il decoro urbano recuperando lo stile architettonico tipico dei luoghi oggetto di intervento.

Gli interventi privati destinati a soggetti che vogliono creare e/o implementare attività produttive, trovano copertura con risorse finanziarie afferenti alla Tipologia di Intervento 6.4.2. e riguardano principalmente:

  • Attività produttive che possono concorrere al miglioramento della fruibilità del territorio rurale e/o alla fornitura dei servizi anche turistici ai fini dell’ospitalità diffusa quali:
    • a.1. Attività artigianali
    • a.2. Attività turistiche
    • a.3. Attività commerciali
  • Attività di servizi alla persona soprattutto nel settore sociale, indirizzate ad aumentare la capacità del territorio di fornire servizi quali:
    • Servizi ricreativi, d’intrattenimento e per l’integrazione sociale come: accoglienza di persone, compresi i minori e/o soggetti deboli o in fase di reinserimento sociale tramite attività rivolte a persone con disabilità o svantaggi di qualsiasi genere
    • Servizi di socializzazione, aggregazione e svago rivolti a persone della terza età autosufficienti
    • Servizi alla popolazione: bambini (attività ricreative, campi scuola, centri estivi); anziani (attività per il tempo libero, assistenza)

I Comuni beneficiari con popolazione residente fino a 5.000 abitanti ricadenti nelle macro aree C e D del PSR Campania 2014-2020 e nel territorio afferente al GAL Irpinia quindi nei comuni di: Andretta, Aquilonia, Ariano Irpino, Bisaccia, Bonito, Cairano, Carife, Casalbore, Castel Baronia, Flumeri, Fontanarosa, Frigento, Gesualdo, Greci, Grottaminarda, Guardia Lombardi, Lacedonia, Melito Irpino, Mirabella Eclano, Montaguto, Montecalvo Irpino, Monteverde, San Nicola Baronia, San Sossio Baronia, Savignano Irpino, Scampitella, Sturno, Taurasi, Torre Le Nocelle, Trevico, Vallata, Vallesaccarda, Villanova del Battista, Zungoli.

La dotazione finanziaria complessiva è pari a 975.000 €

 

BENEFICIARI E FINALITA’

BENEFICIARI
Pubblica Amministrazione; Impresa o Professionista; Privato; Cooperativa

DIMENSIONE BENEFICIARI
micro impresa; piccola impresa;

SETTORE
Turismo; Commercio; Servizi; Agricoltura; Pubblica Amministrazione; Sociale – No Profit – Altro; Alimentare

 

INCENTIVI E SPESE

TIPOLOGIA AGEVOLAZIONE
Contributo

Le risorse finanziarie sono così ripartite:

  • Intervento 7.6.1.B1 – 750.000 € 
  • Intervento 6.4.2 – 225.000 €

Intervento 6.4.2 

L’aliquota del contributo è pari al 75% della spesa ammessa. ll contributo massimo ammissibile per singolo progetto è fissato in € 75.000

La quota massima finanziabile totale per gli interventi relativi alla T.I. 6.4.2 per ogni singolo Progetto Collettivo non potrà superare € 225.000.

Intervento 7.6.1.B1

L’aliquota del contributo è pari al 100% della spesa ammissibile.

Investimento minimo

€ 0

Investimento massimo

€ 0

 

TEMPISTICA INVESTIMENTO

Il Cda ha fissato al 16 maggio 2019 ore 12.00 l’apertura dei bandi per la presentazione delle domande di sostegno, che dovranno essere presentate entro il termine ultimo delle ore 12.00 del 16 luglio 2019.

DATA APERTURA
16/05/2019

DATA CHIUSURA
16/07/2019

 

Clausola di esclusione di responsabilità
Warrant Hub S.p.A. non assume alcuna responsabilità per quanto riguarda il contenuto della scheda e ricorda che fanno fede unicamente i testi della legislazione pubblicati nelle edizioni cartacee della Gazzetta Ufficiale e/o Bollettini Ufficiali Regionali e/o qualsiasi altra pubblicazione ufficiale. Warrant Hub S.p.A — Corso Mazzini,11 – 42015 Correggio (RE) Italia – Tel. 0522 7337 – Fax. 0522 692586

Categories

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la vostra esperienza di navigazione. Navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie e alla conservazione sul tuo dispositivo. Leggi l'Informativa sulla privacy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi