Cagliari: Fondo di controgaranzia per le microimprese femminili

AMBITO AGEVOLAZIONE
Locale

STANZIAMENTO
€ 50.000

SOGGETTO GESTORE
CCIAA Cagliari

 

DESCRIZIONE

La Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura (d’ora in poi C.C.I.A.A.) di Cagliari ha istituito un Fondo di controgaranzia di Euro 50.000 a favore delle microimprese femminili.

Al Fondo potranno accedere i Consorzi fidi regolarmente iscritti alla C.C.I.A.A. di Cagliari e operanti nel settore del commercio, industria, artigianato, agricoltura e cooperazione, con i quali la Camera di commercio stipulerà apposita convenzione, e che potranno richiedere una controgaranzia per l’assunzione dei rischi loro assunti in primo grado, a favore delle imprese femminili.

La CCIAA si riserva la facoltà di incrementare la dotazione del Fondo di anno in anno, secondo le necessità emergenti e secondo quanto stabilito nei programmi annuali e pluriennali.

Sono ammessi a richiedere la controgaranzia di cui al presente Regolamento i fidi che soddisfano i seguenti requisiti:

  • siano regolarmente iscritti alla C.C.I.A.A. di Cagliari;
  • garantiscano imprese operanti nei settori Commercio, Industria, Artigianato, Agricoltura;
  • abbiano stipulato con Istituti di Credito convenzioni per affidamenti a favore di propri associati con garanzia dei Consorzi stessi;
  • rilascino garanzie alle banche a favore di imprese appartenenti alla categoria delle microimprese;
  • siano costituiti da almeno cinque anni all’atto della richiesta di controgaranzia;
  • siano in regola con il pagamento del diritto annuale, di cui all’art. 18 della legge 580/93;
  • non siano sottoposti a procedure concorsuali.

I soggetti beneficiari finali dell’intervento di controgaranzia sono le microimprese anche artigiane a prevalente partecipazione femminile aventi sede legale e operativa nell’area di competenza della CCIAA di Cagliari, regolarmente iscritte alla CCIAA di Cagliari, che operano in tutti i settori dell’economia: Commercio, Industria, Artigianato, Agricoltura (limitatamente alla trasformazione e alla commercializzazione dei prodotti agricoli così come previsto dal Regolamento CE N.1998/2006 della Commissione Europea).

Le imprese richiedenti possono promuovere programmi di investimento nell’ambito di proprie unità locali con sede nell’area di competenza della CCIAA di Cagliari.

Per “unità locale” si intende la struttura, anche articolata su più immobili fisicamente separati ma prossimi e funzionalmente collegati, finalizzata allo svolgimento dell’attività ammissibile, dotata di autonomia produttiva, tecnica, organizzativa, gestionale e funzionale.

Ciascuna domanda di agevolazione deve riferirsi ad una sola unità locale oggetto di un programma di investimenti rientrante nelle seguenti tipologie di iniziative:

  • avvio di nuove attività imprenditoriali;
  • acquisto di attività preesistente, vale a dire rilevamento di un’attività preesistente o di un ramo d’azienda mediante atto di acquisto, oppure mediante contratto di locazione con durata almeno pari a cinque anni dalla stipula;
  • realizzazione di progetti aziendali innovativi connessi all’introduzione di qualificazione e di innovazione di prodotto, anche se finalizzata all’ampliamento e all’ammodernamento dell’attività esercitata.

Ciascuna domanda può essere riferita soltanto ad una delle tipologie sopra indicate.

L’acquisto di attività preesistente può essere effettuato, nelle forme previste dalla normativa civilistica, mediante atto di acquisto, oppure di locazione, dell’attività o di un ramo d’azienda.

L’atto di acquisto, relativamente al prezzo complessivo, deve recare indicazione separata circa il valore attribuito all’avviamento, alle licenze, agli eventuali immobili e ai beni strumentali materiali e immateriali oggetto del trasferimento.

Agli stessi atti dovrà essere allegata perizia giurata redatta da un libero professionista iscritto ad albo professionale riconosciuto che riporti l’indicazione dettagliata dei beni ceduti ed il relativo valore.

 

BENEFICIARI E FINALITA’

BENEFICIARI
Consorzio; Impresa o Professionista; Cooperativa

DIMENSIONE BENEFICIARI
micro impresa;

SETTORE
Industria; Turismo; Commercio; Costruzioni; Servizi; ICT; Bancario – Assicurativo; Trasporti; Energia; Agricoltura; Sanità; Cultura; Sociale – No Profit – Altro; Farmaceutico; Alimentare

 

INCENTIVI E SPESE

TIPOLOGIA AGEVOLAZIONE
Finanziamento; Garanzia

La controgaranzia del Fondo ha natura fideiussoria ed è prestata in favore dei Consorzi fidi a fronte di garanzie su prestiti concessi a microimprese a prevalente partecipazione femminile.

La garanzia si esplica in forma di controgaranzia pari al 50% della garanzia prestata dai fidi.

L’ammontare della controgaranzia è pari al 50% dell’importo garantito dai Consorzi fidi.

Le operazioni di finanziamento garantite dai Consorzi fidi per le quali opera la controgaranzia, devono avere un importo massimo di euro 30.000 ed essere garantite dal Consorzi fidi almeno al 50%.

Si deve trattare di operazioni di finanziamento o leasing con durata minima 36 mesi e massima 84.

Gli istituti di credito, per le medesime operazioni, non potranno richiedere ulteriori garanzie al soggetto beneficiario, ad eccezione della fideiussione personale del titolare/socio ed amministratore e del privilegio sui beni acquistati.

Sono ammissibili le spese, al netto dell’IVA e di altre imposte e tasse, sostenute successivamente all’ottenimento delle delibera di concessione del finanziamento garantito dal Consorzi fidi e relative a:

  • opere murarie compresi oneri di progettazione e direzione lavori, nel limite del 20% della spesa complessivamente ammessa (le spese di progettazione e direzione lavori non possono superare il 5% dell’importo ammesso per opere murarie);
  • acquisto di impianti generali;
  • acquisto di macchinari impianti specifici e attrezzature;
  • acquisto di marchi, brevetti o licenze;
  • acquisto di software;
  • studi di fattibilità e piani d’impresa, comprensivi dell’analisi di mercato nel limite del 2% della spesa complessivamente ammessa;
  • spese per l’acquisto di scorte nel limite del 15% della spesa complessivamente ammessa.

Gli investimenti possono essere realizzati tramite acquisto diretto o tramite il sistema dellalocazione finanziaria.

In quest’ultimo caso, il costo ammissibile è quello fatturato alla società di locazione finanziaria dal fornitore o costruttore del bene.

Nel caso di acquisto di attività preesistenti, la domanda può riferirsi al costo per l’acquisto dell’attività stessa, limitatamente al valore relativo a macchinari, attrezzature, brevetti e software da utilizzare per lo svolgimento dell’attività.

Non sono, comunque, ammissibili:

  • le spese non pertinenti al programma o comunque non strettamente connesse alla sua realizzazione;
  • i terreni e fabbricati;
  • i beni usati ad eccezione di quelli rientranti nell’acquisto di attività preesistente;
  • l’avviamento;
  • i mezzi mobili targati;
  • le spese riconducibili a commesse interne di lavorazione.

Sono, inoltre, esclusi i beni acquistati tra coniugi o tra parenti entro il secondo grado dei soci.

Il costo ammissibile dell’acquisto viene decurtato qualora la titolare ovvero uno o più soci dell’impresa richiedente, siano anche soci, ovvero coniugi o parenti entro il secondo grado, dei soci dell’impresa cedente.

La decurtazione viene operata in proporzione alle quote detenute da tali soggetti nella stessa impresa richiedente.

La controgaranzia del Fondo è remunerata allo 0,15% dell’ammontare delle controgaranzie prestate.

La remunerazione della garanzia sarà incrementata proporzionalmente sulla base del risultato ottenuto dai Consorzi fidi nel rapporto di cui al meccanismo premiante previsto dal presente Regolamento.

Consulenze; Opere Murarie; Impianti e Macchinari; Brevetti; Software

Investimento minimo

€ 0

Investimento massimo

€ 0

 

TEMPISTICA INVESTIMENTO

Il termine della presentazione delle domande è fissato in 30 giorni decorrenti dalla data di accredito del finanziamento bancario o dalla data del verbale di consegna dei beni nel caso di locazione finanziaria.

Nel caso di investimento misto, realizzato in parte per via diretta e in parte in leasing si considera la prima delle due date.

DATA APERTURA

DATA CHIUSURA

 

Clausola di esclusione di responsabilità
Warrant Group srl non assume alcuna responsabilità per quanto riguarda il contenuto della scheda e ricorda che fanno fede unicamente i testi della legislazione pubblicati nelle edizioni cartacee della Gazzetta Ufficiale e/o Bollettini Ufficiali Regionali e/o qualsiasi altra pubblicazione ufficiale. Warrant Group S.r.l — Corso Mazzini,11 – 42015 Correggio (RE) Italia – Tel. 0522 7337 – Fax. 0522 692586

Categories

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per migliorare la vostra esperienza di navigazione. Navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie e alla conservazione sul tuo dispositivo. Leggi l'Informativa sulla privacy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi